• 08 MAG 16
    • 0

    L’artrosi : cos’è e cosa fare

    L’artrosi, nota anche come osteoartrosi  è  una malattia cronica degenerativa e ad evoluzione progressiva delle articolazioni, in buona sostanza è un’usura articolare che si perpetua nel tempo. L’artrosi è una malattia molto frequente. In Italia le malattie reumatiche colpiscono 5 milioni e mezzo di abitanti, cioè un decimo della popolazione. L’artrosi è di gran lunga l’affezione più frequente fra i pazienti reumatici. In Italia, infatti, rappresenta da sola il 72.6% delle malattie reumatiche.

    L’artrosi colpisce più frequentemente le donne che gli uomini. Tale frequenza è più evidente dopo i 55 anni quando si riscontra il maggior numero di casi di artrosi mentre prima, e soprattutto fino ai 45 anni, l’artrosi colpisce più frequentemente gli uomini. Tra i 45 ed i 55 anni la frequenza è pressoché uguale nei due sessi. La precocità di insorgenza negli uomini può essere ricondotta all’attività lavorativa; nelle donne il più frequente riscontro dopo i 55 anni può invece dipendere da alterazioni del metabolismo osseo riconducibile a modificazioni ormonali post-menopausali.

    Cause

    Con il termine artrosi si intende una condizione patologica in cui la cartilagine articolare che ricopre le estremità delle ossa nelle articolazioni gradualmente sparisce. Dove una volta c’era la cartilagine articolare liscia che consente alle ossa di scorrere facilmente l’una contro l’altra quando si piega o si raddrizza un’articolazione, al suo posto adesso c’è una superficie ruvida e sfilacciata. Questo si traduce in dolore durante il movimento di queste articolazioni. In parole semplici se noi paragonassimo un’articolazione del nostro corpo ad un comune giunto meccanico (un giunto cardanico ad esempio), l’artrosi non sarebe altro che l’usura di quel giunto fino al grippaggio quindi al suo malfunzionamento.

    L’artrosi di solito si sviluppa dopo molti anni di utilizzo di un’articolazione. Colpisce maggiormente le persone di mezza età o gli anziani. Altri fattori di rischio per l’artrosi sono l’obesità, un precedente trauma e una storia familiare di artrosi.

    Sintomi

    L’artrosi può colpire qualsiasi articolazione del corpo, con sintomi che vanno da lievi a invalidanti.

    Un’articolazione affetta da artrosi può essere dolorosa e infiammata. Senza cartilagine, le ossa, durante il movimento, sfregano direttamente l’una contro l’altra. Questo è ciò che provoca il dolore e l’infiammazione. Il dolore in genere è un dolore sordo che si sviluppa gradualmente nel tempo. Il dolore può essere più forte al mattino e alleviarsi durante la giornata con l’attività. Mentre un’attività vigorosa può causare il divampare di un dolore improvviso e violento. Un’articolazione artrosica può irrigidirsi e diventare gonfia, può sembrare ingrandita o deforme. Spesso si può notare una o più protuberanze sull’articolazione malata.

    Trattamento

    Quando messo in pratica precocemente, il trattamento non chirurgico può rallentare la progressione dell’artrosi, aumentare il movimento e migliorare la resistenza. La maggior parte dei programmi di trattamento uniscono le modifiche dello stile di vita, i farmaci e la fisioterapia.
    Modifiche dello stile di vita: il vostro medico può raccomandarvi riposo o modifiche delle attività che vi provocano il dolore dell’artrosi, tra cui modifiche sia nel lavoro oppure nelle attività sportive. Può significare il passaggio da attività ad alto impatto (come aerobica, correre, saltare o competizioni sportive) ad attività a basso impatto (come lo stretching, camminare, nuotare o andare in bicicletta). La dieta per il calo del peso corporeo può essere molto utile se si è in sovrappeso, in particolare se l’artrosi colpisce le articolazioni sotto carico (come il ginocchio, l’anca , la colonna vertebrale o la caviglia).
    Farmaci: farmaci anti-infiammatori non steroidei possono aiutare a ridurre l’infiammazione. A volte il vostro medico può consigliarvi potenti farmaci anti-infiammatori chiamati corticosteroidi (cortisone), che vengono iniettati direttamente nell’articolazione (infiltrazioni). Queste infiltrazioni di cortisone daranno un sollievo temporaneo dal dolore e ridurranno il gonfiore. In altri casi il vostro ortopedico può consigliarvi infiltrazioni di un costituente della matrice cartilaginea (Acido Ialuronico) sempre all’interno dell’articolazione. Anche gli integratori alimentari chiamati glucosamina e condroitin-solfato possono aiutare ad alleviare il dolore dell’artrosi. (Attenzione: consultare sempre il proprio medico prima di assumere integratori alimentari o altri tipi di farmaci).
    Fisioterapia: un programma equilibrato di fitness, terapia fisica e/o di terapia occupazionale può migliorare la flessibilità delle articolazioni, aumentarne l’ampiezza del movimento, ridurre il dolore e potenziare i muscoli. Possono essere necessari dispositivi di supporto (ad esempio un tutore, una stecca, bende elastiche, bastoni, stampelle o deambulatori). Terapia mediante applicazione di ghiaccio o calore può essere utile all’articolazione malata per brevi periodi, più volte al giorno.

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream