• 11 GIU 18
    • 0
    Disturbi cervicali e i rimedi del fisioterapista

    Disturbi cervicali e i rimedi del fisioterapista

    Disturbi cervicali: cause, sintomi e rimedi

     

    Il Fisioterapista Risponde

     

    Una delle parti più delicate ed esposte a problematiche è sicuramente il tratto cervicale, vediamo velocemente da come è composto: 7 vertebre che hanno la funzione di sostenere il capo e permettono di compiere movimenti di flessione, estensione, rotazione e inclinazione della testa.

    Quando si presenta un disturbo in questa regione, esso può coinvolgere non solo il tratto cervicale e quindi il collo ma spesso come succede per la maggior parte delle persone si può irradiare nella zona delle spalle e della schiena.

    La “Cervicalgia”, sicuramente è uno dei disturbi più frequenti che colpisce in genere dopo i 45 anni, ma che può presentarsi anche in persone più giovani. Essa si presenta con dolori da medio a moderato, accompagnati, ad esempio, da mal di testa, senso di nausea e capogiri.

    I sintomi più comuni sono: dolori delle vertebre cervicali, torcicollo, vertigini, cefalea, disturbi della vista e dell’udito.

    Diverse possono essere le cause, brevemente vediamo quali sono e le soluzioni che possiamo adottare:

    • contratture muscolari;
    • postura scorretta e vita sedentaria;
    • utilizzo dello smartphone;
    • Ernia cervicale;
    • Artrosi cervicale;
    • Altre Cause: uso di presidi sbagliati, quali cuscini, materasso o anche sedie da lavoro che con il passare del tempo possono peggiorare problematiche già esistenti.

     

    Cosa Fare?

    • Assumere e mantenere sempre una postura corretta, questo rimedio può alleviare o prevenire il dolore cervicale;
    • Regolare la posizione di schermi, apparecchiature digitali e delle sedie stesse quando si è a lavoro;
    • Effettuare dei trattamenti fisioterapici mirati, seguiti da esercizi quotidiani per alleggerire il dolore cervicale;
    • Di fondamentale importanza risulta essere l’utilizzo di un giusto supporto come cuscino o materasso, infatti da uno studio scientifico è emerso che un buon ausilio su cui riposare migliora nettamente la sintomatologia dei pazienti con tali disturbi migliorandone la qualità della vita.

     

    Leave a reply →

Leave a reply

Cancel reply

Photostream